Stefano Gregoretti

“Impossible to possible”

Ultrarunner & Adventurer

Nato a Rimini nel 1974. Da bambino quasi gracile, con la schiena tendente verso la scoliosi e i piedi costretti in orrende scarpe ortopediche che per fortuna ha presto smesso.

Fin da piccolo ha frequentato le piste da sci da discesa sulle Dolomiti praticando solo più tardi lo sci alpinismo, che tutt’ora predilige. Vivendo comunque al mare, la piscina resterà per molto tempo l’ambiente sportivo più assiduo, più precisamente la pallanuoto, ma mai lasciando le montagne per lungo tempo; con gli amici o anche solo con i cani, partire per ferrate o lunghi trekking rimane un appuntamento fisso.

Nel 2005 si avvicina al triathlon, riuscendo a coniugare la sete di allenamenti impegnativi ed anche di competizione e da allora ha attraversato continenti, deserti e montagne per dare sfogo alla sete di vita… senza fermarsi più.

Riconoscimenti

Diversi gli Iron Man portati a termine (3,8 km di nuoto, 180 km di bici, 42 km di corsa), in Europa e negli Stati Uniti. Ma già dal 2008 abbraccia in pieno lo sport che diventerà quasi ragione di vita e passione indiscussa, il trailrunning, la corsa fuoristrada.

Nel giro di soli 5 anni, questa passione lo porterà dalle gare più importanti a livello nazionale, fino alla vittoria di ultratrail internazionali.

Secondo posto in Nepal nella 250 km di Racing the Planet (2011).

Secondo posto alla Grand to Grand Ultra, 270 km tra i Canyon di Utah e Arizona (2012); primo posto Yukon Artic Ultra 100 miglia, nel gelo invernale del nord del Canada (2013).

Primo posto Gobi March, 250 km nel deserto del Gobi (Cina) con Racing the Planet (2013)..

Cosa rende Stefano unico?

La sua specialità sicuramente rientra nelle ultradistanze, per le quali occorrono allenamenti mirati, un fisico adatto ma soprattutto una mente “adatta”. Per portare a termine certe sfide conta sicuramente in maggior percentuale la forza di volontà, la caparbietà, l’ottimismo e la fiducia in se stessi; per non soccombere alla stanchezza e ai pensieri fuorvianti, la testa è tutto.

Oltre a questa forza d’animo, Stefano è molto seguito sia in Italia che all’estero per il suo carisma e il modo spontaneo in cui affronta le sue corse e i suoi viaggi. Traspare benissimo la passione per ciò che fa, la sua forza certo, soprattutto il divertimento e la vita sana che ne ricava.

Ultratrail

I ricordi e le esperienze di Stefano Gregoretti, che si leggono come grandi racconti di avventura e parlano di sfida con se stessi e di uno sconfinato amore per il nostro pianeta.

«Perché ho iniziato a correre? Ho iniziato perché io, uomo di mare, volevo stare in mezzo alla natura impervia e dare del tu alla montagna della quale mi ero innamorato da ragazzino.»

Nato a Riccione, Stefano Gregoretti ha conosciuto fin da giovanissimo una passione assoluta che, nella vita, lo avrebbe portato molto lontano dalla sua, pur amatissima, riviera romagnola. Già dalle prime vie ferrate nelle Dolomiti, affrontate con la famiglia da bambino, ha scoperto infatti il desiderio di penetrare nei territori più aspri e remoti, senza paura di incontrare pericoli né di far fatica. Anzi, addirittura, imparando ad amarla, questa fatica, e a coltivarla come una dote interiore. È così che, anno dopo anno, ha tracciato il percorso entusiasmante che racconta in questo libro, passando dal triathlon e dagli Iron Man (nuoto-bici-corsa su lunghe distanze) agli ultratrail, sfiancanti corse in solitaria, ben più lunghe di una maratona. I suoi ricordi ci portano in giro per tutto il globo – dall’isola di Baffin nell’Artico al deserto della Namibia, dalla Patagonia alla stessa Italia (Valle d’Aosta, dove ha luogo il Tor des Geants, e Appennino) – e si leggono come grandi racconti d’avventura perché parlano di crepe che si aprono sotto i piedi nel ghiaccio del pack e di notti passate in carceri abbandonate, di tempesta e di sole giaguaro, di freddo che ti stringe come una tenaglia e di sete che ti tortura.

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere newsletter e comunicazioni sulle nostre novità.

Cliccando “REGISTRATI” dichiari di aver letto e accettato le Privacy Policy

Treviso

Via Schiavonesca Priula 72
31044 Montebelluna TV

Lecco

Via Per Molteno, 29
23848 Oggiono LC